La mattanza delle donne. Quali domande servono?

La mattanza delle donne. Quali domande servono?

Sette donne uccise in 10 giorni. Una mattanza! Ma, per favore, non parliamo di emergenza femminicidio, perché non è emergenziale questo massacro. Purtroppo è culturale e di sistema come lo è tutta la violenza, esplicita o camuffata che respiriamo continuamente. Vecchia quanto il mondo, è un fiume spaventoso di prevaricazioni e odio che la civiltà umana non ha ancora eliminato e nemmeno è riuscita a contenere nonostante le sue dichiarazioni d’intenti. Anzi la violenza si trasmette in una infinità di azioni e di codici verbali e non verbali a partire dai contesti familiari, dove l’educazione è misera e dove invece...

Dipendenze da internet e smartphone. In aumento!

Dipendenze da internet e smartphone. In aumento!

Alcuni dati dicono che prima della pandemia un adolescente della scuola superiore passava mediamente 7 ore al giorno davanti al display dello smartphone. Con l’inizio della pandemia e l’avvento della DAD tutto è cambiato: il tempo al PC è notevolmente aumentato e l’uso del telefonino, prima sostanzialmente demonizzato, ora è percepito come meno pericoloso. Nel giro di poco tempo abbiamo visto modificare le relazioni tra gli individui e mutare stili di vita e abitudini. Si pensi a un dato molto significativo come l’età in cui viene dato un cellulare personale ai bambini. In un questionario sviluppato dal Centro il Germoglio...

L’estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare

L’estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare

Dopo il lungo tempo dell’allarme, sembra arrivare un po’ di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress. Alcuni studi longitudinali, fatti prima e durante il lockdown, ci dicono che la percentuale dei ragazzi con disturbi d’ansia, preoccupazioni eccessive soprattutto per lo studio, insonnia, attacchi di panico e disturbi dell’umore, è passata dal 24,5% al 37 %. Ciò conferma l’elevato pericolo per la salute mentale della popolazione giovanile. Ma ci sono anche studi che mostrano quanto siano importanti per contenere le conseguenze del...

Il Nobel alla poesia. L’mportanza della parola poetica

Il Nobel alla poesia. L’mportanza della parola poetica

Il Nobel alla poesia di Louise Glück, poetessa americana, è un riconoscimento all’autrice, ma in definitiva vuole anche sottolineare l’importanza della parola poetica che dialoga con l’anima. Indica il suo grande valore letterario ma al contempo segnala la trascuratezza e la distanza che da tempo abbiamo messo tra noi e la poesia. Forse perché un po’ tutti, assordati come siamo dai rumori della “techne” e distratti dalle tante immagini virtuali che scarsamente ci appartengono, facciamo fatica ad ascoltare i suoni interni e dialogare con noi stessi. Abitiamo sempre di più spazi superficiali, svuotati di profondità e di memoria che la poesia...

Le conseguenze della quarantena

Le conseguenze della quarantena

Durante la quarantena c’era chi aveva fatto previsioni rispetto alle conseguenze del lockdown. Diceva che avrebbe prodotto gravi effetti sulla salute psicologica e mentale degli individui e avrebbe fatto aumentare le dipendenze in tutte le sue forme. E così è stato. Secondo ricerche internazionali, infatti, e alcune interessanti indagini italiane di Centri d’intervento e sostegno sono emersi elementi che hanno portato a ritenere quanto le condizioni di isolamento prolungato siano state responsabili dell’aumento dei livelli di stress. Per contenere l’angoscia per il futuro che ha generato sconforto e stati depressivi, molti hanno “alzato il gomito” e hanno iniziato a bere....

La bussola delle emozioni

La bussola delle emozioni

Alberto Pellai – Barbara Tamborini  La bussola delle emozioni Ti sei mai chiesto perché a volte tutto funziona alla perfezione nella tua testa e a volte invece sembra che ci sia il terremoto? Perché ti arrabbi all’improvviso per motivi apparentemente banali, o per un no da parte dei tuoi genitori? Come mai con un professore ti senti rilassato quando ti interroga e dai il meglio di te e con un altro invece sei agitatissimo e rischi di prendere un brutto voto? Immagina di poter avere tra le mani una vera e propria bussola per orientarti nel complesso territorio delle emozioni...

La società della paura che genera mostri

La società della paura che genera mostri

Che la pandemia abbia cambiato il mondo lo sappiamo. Ha incrementato la paura che è specifica condizione umana e un sistema pervasivo di comunicazioni martellanti l’ha distribuita ovunque a dosi massicce e ha fatto sviluppare dappertutto tormento e insicurezza, angoscia e paranoie. Il guaio è che il ruminare intenso del terrore e dei pensieri colmi di immagini negative e carichi di ansia, sembra non arrestarsi. Neanche quando, a valutare la situazione attuale, il contagio sembra rallentare. Si sviluppa, al contrario, una ulteriore vena minacciosa di timori altrettanto contagiosi che alimenta scenari da panico, idee assurde e comportamenti estremi. Così cresce...

La scuola moderna e il benessere degli studenti

La scuola moderna e il benessere degli studenti

La scuola moderna non ha origini antiche, l’ideologia dei Lumi prima e la Rivoluzione Francese e Napoleone poi ne dettano la partenza. E’ da lì che nasce l’idea che l’“istruzione” sia questione che riguarda l’intera nazione e non solo le famiglie di alto lignaggio. In questa tabella, da me commentata in corsivo, riporto alcuni degli obiettivi della riforma scolastica teresio-giuseppina, della seconda metà dell’Ottocento, ritenuta la “vera matrice della scuola elementare italiana”. Evitare l’eclettismo pedagogico di maestri giunti empiricamente all’insegnamento e adusi a passare indifferentemente da una disciplina all’altra, da un ordine all’altro di studi, senza adeguarsi all’età e alle...

Ritorno a scuola per un giorno? No grazie.

Ritorno a scuola per un giorno? No grazie.

Da un po’ di giorni, finalmente, si parla di far tornare a scuola i bambini prima della conclusione dell’anno. Non è cosa di poco conto, anche se non vuol dire riaprire le scuole. L’idea di salutare i compagni per l’ultimo giorno dell’anno, come qualcuno ha detto, è gesto simbolico che serve. È vero, anche se in realtà servirebbe di più un tempo per concludere la sospensione forzata dell’attività scolastica e dare modo a bambini e ragazzi di trasformare le emozioni vissute. I piccoli hanno bisogno di raccontare le loro storie, elaborare la paura che ha allagato la mente dei genitori...

Dal lockdown alla depressione. Se prevale la ruminazione

Dal lockdown alla depressione. Se prevale la ruminazione

Preoccuparsi per il futuro e pensare a come sarà la ripresa che si profila o immaginare quando potremo tornare a fare le cose di prima, è cosa comune durante la quarantena. Ma allo stesso tempo, com’è stato evidenziato da uno studio pubblicato di recente sulla rivista scientifica The Lancet, il lockdown che oltrepassa i 15 giorni, produce stress i cui sintomi immediati sono quelli dell’ansia severa. La forzata clausura mette in moto un flusso continuo di pensieri spesso intrusivi e negativi e scatena paure irrazionali. Pare non conti tanto che le fonti d’informazione siano affidabili e nemmeno che si sappia...

Alla ricerca del sole. Presentazione del libro di Panizza

Il libro scritto a quattro mani dal nostro autore Maurizio Panizza con Cristian Sighel narra della perseveranza e della capacità di resistenza che serve per andare avanti ma non solo. E’ la forza infatti che ti contente di credere nela vita e di apprezzarla. Ce la raccontano gli autori di questo libro con l’accompagnamento della voce narrante di Andrea Franzoi. Baselga di Pinè, Trentino, 1998.  Il giorno dopo essere tornato dal servizio militare, Cristian, un ragazzo di vent’anni, viene colpito da un virus sconosciuto. Ricoverato d’urgenza, il responso dei medici è tremendo: “Gli occhi sono compromessi. Non potrai mai più...

Luciana Grillo a Bolzano. Presentazione

Luciana Grillo a Bolzano. Presentazione

Il libro di Luciana Grillo Insalata mista di pranzi e ricordi sarà presentato il 16/9/221 alle ore 18,00 nel giardino del Bar 2000 Pippo Nel Parco Petrarca di Bolzano Un libro che racconta del buon cibo, delle lunghe tavolate vocianti intorno alle quali si mescolavano allegramente giovani, anziani e bambini. Luciana Grillo dedica queste pagine ai ricordi, agli affetti e mette insieme avvenimenti (anche tristi), rapporti familiari, vacanze e viaggi che si intersecano con i profumi antichi di cibi “rituali” con fiamme di caminetti accesi, buffet golosi. Il tutto sempre con molta armonia e dolcezza. Non è poco. Perché con...

Medicina tra arte e tecnologia

Medicina tra arte e tecnologia

Trovare un rifugio sicuro, un riparo dalle intemperie, curare le ferite con erbe o la saliva, utilizzare la corteccia di china per la febbre, sono da sempre le risposte alle primordiali necessità e all’istinto (fisico e psichico) degli esseri viventi di conservazione della specie. Quello che era solo puro istinto si è trasformato, nell’uomo contemporaneo, in ricerca della qualità della vita. La medicina tradizionale, o allopatica, nasce da quell’istinto e agisce in maniera sintomatica, utilizzando sostanze diverse per patologie diverse: curare il sintomo con principi contrari al sintomo stesso. La medicina omeopatica, al contrario, vuole curare l’intero organismo con un...

Sardegna. La struggente bellezza e il “fare” antico della gente

Sardegna. La struggente bellezza e il “fare” antico della gente

Prima di scrivere qualunque cosa sullo splendore e poesia che ho appreso di quest’Isola, trattengo lo sguardo della memoria sulla desolazione della cenere oscura sulle colline. Gli incendi immani nell’Oristanese che ho attraversato in auto, e altre zone di cui ho avuto notizia, 20.000 ettari bruciati da fuochi che ormai hanno contagiato come un virus malefico tutto il Mediterraneo. Terre arse che rendono più struggente la bellezza delle zolle risparmiate dal fuoco, della ricchezza delle zone archeologiche, della poesia e sapienza di un “fare” antico, che ho incontrato nei luoghi e nella gente. Olbia la felice Olbia, la felice, deve...

Il silenzio degli innocenti. Le vittime inascoltate dei bulli

Il silenzio degli innocenti. Le vittime inascoltate dei bulli

Valentina ha sperato ogni giorno che i suoi compagni potessero avere compassione di lei e prima o poi la lasciassero in pace, almeno durante la pausa quando gli altri si divertivano e lei si cercava una tana dove sparire. Ma inutile. La guardavano e ridevano con una spavalderia tagliente. In fondo l’hanno sempre derisa per quelsuo corpo informe, troppo grosso e incontenibile. A lungo l’hanno ferita dentro con le lame affilate della derisione e delle ingiurie che non lasciano tracce visibili, ma solchi profondi e dolenti nell’anima.  Vale, come la chiamano da sempre, porta con sé da anni parole cattive...

Il vamping. Le notti abituali dei ragazzi

Il vamping. Le notti abituali dei ragazzi

Chi non ricorda la canzone “Certe notti” di Luciano Ligabue che è stata un grande successo della metà degli anni ‘90? Lanciata alla fine di agosto del 1995, quella ballata rock che ancora si ascolta e si canta, raccontava le notti dei giovani di quel tempo. Parlava del bisogno di fare “cagnara” insieme agli altri e della voglia di provare le emozioni che di giorno non ci sono. Quello che conta, diceva Ligabue, “è sentire che vai”. Sosteneva che certe notti allora bisogna restare svegli altrimenti non “ci si sveglia mai”, e che si può “restare soli” con se stessi...

Il dating online, un nuovo modo di incontrarsi e avviare relazioni

Il dating online, un nuovo modo di incontrarsi e avviare relazioni

Si sa, in estate tutto cambia. Cambiano le relazioni, il modo di trovarsi e stare insieme, mutano gli amori e gli innamoramenti che divengono più facili e possibili. L’estate è in fondo il tempo in cui tutto si ribalta e si modifica, dove lo spazio tra il tempo del lavoro e quello del divertimento si accorcia e si confonde e i comportamenti si fanno più liberi e meno formali. Questa estate però è diversa. Usciamo da un periodo lungo di stress e ansia che ancora non ha liberato la mente. Veniamo da un tempo in cui il corpo e la...

Nuova agenda 21/22. E nuovo anno scolastico!

Nuova agenda 21/22. E nuovo anno scolastico!

Riceviamo da Ivana Scarpetta e con piacere pubblichiamo Andare al supermercato e prendere contezza che le tanto disiate ferie sono al termine. Stenti a crederci, ma l’esuberante offerta di quaderni, astucci, penne, zaini, colori e dintorni è una mazzata in fronte che ti ricorda l’impellenza dell’acquisto della preziosa agenda su cui appunterai di tutto e di più…pure la lista della spesa. Ed ecco affiorare la stessa sensazione che mi accompagnava da “giovincella”, quando a settembre inoltrato ( nel paleozoico la scuola iniziava il primo ottobre!) sfogliavo i libri freschi di stampa, croce e delizia del mio nuovo anno scolastico, li...