Mocellin Laura

Cultrice d'arte - Vicenza

Mi appassiona l’arte in tutte le sue forme. Ho un diploma in Ragioneria e ho studiato alla Facoltà di  Sociologia Trento anche se solo per un paio di anni, fino a quando  la Facoltà venne occupata da un gruppo di studenti arrivati dalla Sapienza di Roma fra i quali spiccava un certo  Renato Curcio. Mi sono messa a collaborare con riviste che si occupavano di teatro e ho fatto per 2 anni la fotografa di scena seguendo e organizzando a Milano eventi culturali soprattutto con un amico Milanese ”cacciatore” di talenti nel mondo dell’arte.

A 27 anni ho deciso  di creare una Galleria d’arte e una libreria- centro culturale nel cuore storico di Verona, nel Palazzo Mazzanti, il più antico della Città a  piazza Erbe. Tanti incontri, tante conoscenze con artisti di importanza mondiale. Tra tutti ricordo la grande amicizia con Emilio Vedova che a Verona ci affidò una mostra significativa, un evento unico per la città; erano gli anni dei suoi “Cicli di protesta” opere dedicate  alla lotta e difesa per la Spagna libera, al rifiuto della guerra, delle guerre  e dittature.

Da queste basi prende avvio la mia formazione che mi permette di entrare e capire il mondo dell’arte, assimilarne il valore estetico poetico e storico, rappresentativo, ma anche morale e civile. Questo è quello che mi spinge  scavare in  profondità dentro le vite degli artisti, la loro storia umana e creativa, inseguirne il  mistero la parte più segreta e intima.

AUTORE

Mocellin Laura